Tutte le mattine ti impegni davanti allo specchio per infilare le lenti a contatto nel modo giusto, soprattutto senza lacrimare? In questo articolo ti spiego quali sono le differenze tra le lenti a contatto e gli occhiali.

Sicuramente utilizzando lenti a contatto non avrai il problema della montatura pesante, che piano piano scivola sempre più giù, verso la punta del naso, ma ti ritroverai comunque a doverle rimuovere delicatamente alla fine di una giornata di lavoro.

Ti spiego qual è la differenza tra occhiali e lenti a contatto, cosa conviene?

Occhiali e lenti a contatto: pro e contro

E’ da qualche anno che ormai il dibattito è aperto: meglio occhiali o lenti a contatto? Tu di che partito sei?

C’è chi dice sia una questione di gusti, chi di comodità e abitudine, fatto sta che ci sono sempre più discussioni in merito.

Bisogna partire da un concetto di fondo per fare chiarezza: ti SCONSIGLIO vivamente le lenti a contatto se la differenza di gradazione lenti a contatto rispetto a occhiali tra occhio Destro e occhio Sinistro è maggiore a 3 diottrie. Nonostante i passi da gigante della tecnologia in questo campo, non posso ancora dirti con certezza che esista un prodotto preciso tanto quanto un paio di occhiali da vista.

Eh già, alcuni difetti visivi possono essere corretti in modo efficace solo tramite l’utilizzo di occhiali, o meglio, anche le lenti a contatto hanno i loro vantaggi ma diciamo che con gli occhiali generalmente vai più “sul sicuro”.

Un esempio è quello delle lenti progressive: questa tipologia di lente permette di correggere i difetti visivi sia da vicino che lontano, attraverso una lente che “divide” le aree di visione (vicino e lontano) in modo da guidare il nostro occhio correttamente in ogni situazione.

Le lenti a contatto multifocali esistono, ma hanno un utilizzo diverso dalle classiche lenti di cui ti ho parlato poco fa. In questo caso si tratta di lenti che vengono applicate sull’ occhio e seguono direttamente i suoi movimenti. A questo proposito va precisato che è molto importante far realizzare su misura le lenti a contatto, proprio perché, ad esempio, devono aderire perfettamente con la pupilla.

Un fattore che invece, è decisamente a favore delle lenti a contatto riguarda la comodità durante lo sport: ovviamente non hai indosso una montatura voluminosa che rischierebbe di rompersi e di danneggiare te in primis, ma anche chi ti sta intorno.

Ci sarebbero tantissime altre differenza tra occhiali e lenti a contatto ma non voglio rubarti altro tempo, ti ho già spiegato quali sono le più importanti.

La gradazione lenti a contatto rispetto agli occhiali è la stessa?

Come ti ho già anticipato puoi decidere di affidarti alla soluzione che preferisci, ma ci sono alcune regole fondamentali che non devi trascurare assolutamente!

Nei casi più frequenti della presbiopia è consigliato l’uso di lenti progressive multifocali: se indossi occhiali di questo tipo il tuo cervello farà meno fatica ad alternare la vista tra vicino e lontano, cosa che generalmente non avviene se indossi lenti a contatto progressive; in questo caso il nostro cervello impiega molto più tempo per abituarsi ad alternare le “aree di visione”.

Anche nel caso dell’Astigmatismo possiamo trovare una differenza tra occhiali e lenti a contatto.

Chiariamo innanzitutto che cosa sia l’astigmatismo: si tratta di un difetto visivo tramite il quale la nostra vista è annebbiata (meno nitida) ed è presente sia per quanto riguarda la vista da vicino che quella da lontano.

Le conseguenze possono essere: bruciore agli occhi, cefalea, lacrimazione eccessiva e dolori ai bulbi oculari.

In questo caso posso dirti (quasi) sicuramente che le lenti giocano un ruolo fondamentale: i loro poteri cilindrici riescono a respingere la luce in diverse direzioni a differenza delle lenti a contatto che rendono le immagini abbastanza instabili, specialmente se sono presenti poteri elevati.

Ci “vediamo” nel prossimo articolo!!

© 2022 - Lretail Srl - Via Manfredo Camperio 9 - 20123 Milano (MI)